venerdì 4 gennaio 2013

Nell’occhio, nel cielo. Teoria e storia del cinema di fantascienza a cura di Luca Bandirali e Enrico Terrone (Lindau)



Da Il viaggio nella Luna di Georges Méliès ai mondi lontanissimi di George Lucas, dalle architetture avveniristiche di Fritz Lang ai replicanti di Ridley Scott, dai mostri invasori degli anni ’50 ai benevoli visitatori spielberghiani, dalle visioni allucinatorie di Kubrick e Tarkovskij alle illusioni di Matrix, il cinema di fantascienza ha dato vita alle più spettacolari allegorie del XX secolo, influenzando in misura decisiva l’immaginario contemporaneo. Di tale centralità rende ragione questo saggio, che si candida a essere un testo definitivo sul genere. Non soltanto, infatti, elabora una mappa dettagliata del «territorio» (attraverso una filmografia che supera gli 800 titoli), ma propone una nuova definizione del film fantascientifico e ne indaga con perspicacia e rigore le strutture profonde. Nell’occhio, nel cielo – scrive Maurizio Ferraris nella prefazione – «ha tanto da insegnarci sul nostro mondo, oltre che su altri mondi possibili, ed è per questo che considero la sua lettura importante non solo per chi si occupa di cinema, ma anche per quelli che, volenti o nolenti, si occupano di realtà, ossia per tutti». 


Luca Bandirali è nato nel 1973. È redattore della rivista bimestrale «Segnocinema» e docente di Storia e Tecnica della Sceneggiatura presso la facoltà di Beni Culturali dell’Università di Lecce.
Enrico Terrone (Torino, 1970) vive a Vercelli, è redattore di «Segnocinema» e insegna Informatica e Sistemi nelle scuole superiori.

Nessun commento:

Posta un commento