venerdì 31 agosto 2012

I mercenari. The Expendables



Barney Ross è il capo di una squadra di mercenari moderni composta da Lee Christmas ex SAS ed esperto di qualsiasi arma dotata di una lama, Yin Yang maestro di Close Quarter Combat, Hale Caesar, specialista di armi a canna lunga, Toll Road, grande esperto di demolizioni considerato come l'intellettuale del gruppo e Gunnar Jensen, veterano del combattimento ed esperto cecchino. Il misterioso Church offre a Barney un lavoro che nessun altro: deporre il Generale Gaza un dittatore assassino dell'isola di Vilena. Nel corso di una missione di ricognizione nell'isola, Barney e Christmas incontrano il loro contatto Sandra ma quando le cose si mettono male, sono costretti a scappare e ad abbandonarla al suo destino. Ossessionato dall'idea di aver fallito la missione, Barney convince il team a far ritorno a Vilena per salvare l'ostaggio e portare a termine il lavoro. E, forse, anche per salvare un'anima: la sua.

Regia: Sylvester Stallone
Principali interpreti: Sylvester Stallone,  Jason Statham, Jet Li,  Dolph Lundgren, Eric Roberts, Randy Couture, Bruce Willis, Mickey Rourke,



giovedì 30 agosto 2012

Mission Impossible – Protocollo Fantasma



Siamo a Parigi nel 1930. Il film racconta la storia magica e misteriosa di un orfano che vive nella stazione e sogna di riparare l'automa lasciatogli dal padre prima di morire. Un giorno, viene sorpreso a rubare nella bottega di un giocattolaio, che si rivela in realtà essere l’illusionista e regista George Méliès, figura leggendaria della nascita del cinema. Nel negozio Hugo incontra anche la giovane Isabelle che nasconde una sorpresa. Questo film è tratto dal libro La straordinaria invenzione di Hugo Cabret di Selznick Brian

Regia:   Brad Bird
Principali interpreti: Tom Cruise, Jeremy Renner, Simon Pegg, Paula Patton,  Michael Nyqvist,  Vladimir Mashkov,

mercoledì 29 agosto 2012

Hugo Cabret


Siamo a Parigi nel 1930. Il film racconta la storia magica e misteriosa di un orfano che vive nella stazione e sogna di riparare l'automa lasciatogli dal padre prima di morire. Un giorno, viene sorpreso a rubare nella bottega di un giocattolaio, che si rivela in realtà essere l’illusionista e regista George Méliès, figura leggendaria della nascita del cinema. Nel negozio Hugo incontra anche la giovane Isabelle che nasconde una sorpresa. Questo film è tratto dal libro La straordinaria invenzione di Hugo Cabret di Selznick Brian

Principali interpreti: Asa Butterfield, Ben Kingsley, Sacha Baron Cohen, Chloe Moretz, Ray Winstone, Emily Mortimer
Regia: Martin Scorsese
Produzione : Rai Cinema - 01 Distribution, 2012

martedì 28 agosto 2012

Cesare deve morire per la regia di Paolo Taviani e Vittorio Taviani


Teatro del carcere di Rebibbia. La rappresentazione di Giulio Cesare di Shakespeare ha fine fra gli applausi. Le luci si abbassano sugli attori tornati carcerati. Vengono scortati e chiusi nelle loro celle. Sei mei prima Il direttore del carcere e il regista teatrale interno spiegano ai detenuti il nuovo progetto: Giulio Cesare. Prima tappa: i provini. Seconda tappa l'incontro col testo. Il linguaggio universale di Shakespeare aiuta i detenuti-attori a immedesimarsi nei personaggi. Il percorso è lungo: ansie, speranze, gioco. Sono i sentimenti che li accompagnano nelle loro notti in cella, dopo un giorno di prove. Ma chi è Giovanni che interpreta Cesare? Chi è Salvatore - Bruto? Per quale colpa sono stati condannati? Il film non lo nasconde.


Regia di Paolo Taviani, Vittorio Taviani
Principali interpreti: Cosimo Rega,  Salvatore Striano, Giovanni Arcuri, Antonio Frasca, Juan Dario Sonetti

lunedì 27 agosto 2012

Associazioni imprevedibili. Il cinema di Walerian Borowczyk a cura di Alberto Pezzotta (Edizioni Lindau)


Walerian Borowczyk (1923-2006), polacco, è stato uno degli autori di film d’animazione più originali degli anni ’50 e ’60. Di formazione pittore, grafico e fotografo, esordisce a fianco di Jan Lenica nel 1957, e realizza cortometraggi che rivoluzionano il mondo del disegno animato al pari di quelli di Norman McLaren. Dal 1959 lavora in Francia, realizzando capolavori in stop motion (Renaissance, 1963) e lungometraggi (Théâtre de Monsieur & Madame Kabal, 1967) che suscitano l’entusiasmo di «Positif» e dei «Cahiers du cinéma». Nel 1968, con Goto, l’île d’amour, passa definitivamente al cinema con attori. Nel decennio successivo diventa noto al grande pubblico con film erotici come Contes immoraux (1974) e La Bête (1975). Molti sono sconcertati dal cambio di registro. Ma non c’è alcuna frattura, se si esplora il lato più segreto della creazione di questo artista, che per tutta la vita ha continuato a disegnare, dipingere e fabbricare oggetti surrealisti, riflettendo – non senza un sottile umorismo – sui meccanismi del desiderio. Cérémonie d’amour (1988) conclude coerentemente un’opera dove l’amore per l’immagine si rovescia in iconoclastia, e il culto della bellezza tradisce un senso di perdita.
Questo libro fa luce sull’opera multiforme di un autore all’epoca acclamato anche dalla critica italiana (da Alberto Moravia, tra i tanti), e poi frettolosamente dimenticato, quando l’eros diventava merce di massa fintamente liberata. Accanto a saggi e testimonianze scritti appositamente, raccoglie testi e materiali di difficile reperibilità, e stabilisce una filmografia rigorosa.

Testi di: Valerio Caprara, Roberto Curti, Michael Levy, Bertrand Mandico, Alberto Pezzotta, Marina Pierro, Federico Rossin, Pascal Vimenet.

Alberto Pezzotta (1965) scrive sul «Corriere della Sera» e «Cineforum», collabora al Mereghetti, alla Storia e al Dizionario dei registi del cinema mondiale di Brunetta e alla Storia del cinema italiano del CSC. È autore di La critica cinematografica (Carocci), Patrick Tam (Far East Film), Regia Damiano Damiani (Cec/Cinemazero), Martin Scorsese: Taxi Driver (Lindau), Tutto il cinema di Hong Kong (Baldini&Castoldi) e di quattro «Castori» (Mauro Bolognini – con Pier Maria Bocchi –, Mario Bava, Clint Eastwood, Abel Ferrara). Collabora come selezionatore alla Mostra del cinema di Venezia. Su Walerian Borowczyk ha scritto fin da tempi lontani («Filmcritica», 350, 1984 e 387, 1988), curando poi i testi per i dvd della Ripley’s Home Video.

domenica 26 agosto 2012

La talpa (Tinker, Tailor, Soldier, Spy)


Anno 1973. La guerra fredda continua a creare problemi alle relazioni internazionali. George Smiley è un ex agente del MI6 ormai in pensione alle prese con la nuova vita fuori dai servizi segreti. Quando un agente caduto in disgrazia gli rivela la presenza di una talpa nel cuore del Circus, Smiley è costretto a rientrare nel torbido mondo dello spionaggio. Incaricato di scoprire quale tra i suoi ex colleghi abbia deciso di tradire lui e il paese, Smiley restringe la ricerca a quattro possibili sospetti. L'obiettivo è farlo uscire allo scoperto e incastrarlo.


Regia di  Tomas Alfredson
Principali interpreti: Gary Oldman,  Kathy Burke,  Benedict Cumberbatch,  David Dencik,  Colin Firth,  Stephen Graham,

sabato 25 agosto 2012

The Iron Lady


Margaret Thatcher, ormai ottantenne, trascorre le sue giornate a Chester Square. L'ex Primo Ministro Britannico convoca la figlia per riporre gli abiti e gli effetti del marito Denis, ormai morto da tempo: sarà questo evento a risvegliare una cascata di ricordi, riportando alla luce la brillante carriera di uno dei personaggi piú potenti e controversi della storia dell'Occidente.

Regia   Phyllida Lloyd
Principali interpreti: Meryl Streep, Jim Broadbent, Olivia Colman, Roger Allam, Susan Brown,  Nick Dunning, Nicholas Farrell,

Il cinema vuol dire (secondo tempo) di Maurizio Porro (Bompiani)


Un dizionario di registi? No. Di titoli? No. Di attori? No. Un dizionario di cinema vissuto che parte dai suoi lati più umoristici anche a sua insaputa, dai luoghi comuni che ha saputo creare nel tempo, dalla moda e dalle mode che ha imposto al pensiero a volte debolissimo del pubblico, avviando nell'inconscio di ciascuno una campagna acquisti di divine e divini, aizzando il comune senso del pudore. Voce per voce, slang per slang, frase per frase, tutto quello che vi siete chiesti sui film che avete amato e sugli attori che vi stanno accanto invisibili ogni giorno. Domani è un altro giorno e un altro titolo (che magari ancora non esiste ma potrebbe), nessuno è perfetto, ma ogni film li contiene tutti, li vale tutti e tutti lo valgono. L'importante è saper estrarre quel lato di umorismo che è un salvavita e anche un salvacinema. Così incontrerete a spasso nel tempo le figure, i capolavori veri o presunti, le boiate pazzesche, le scene cult e scult che avete immagazzinato nella vostra provvista immaginifica, nuova occasione per un amarcord, per un semiotico maxi gioco di maxi società nella platea del Nuovo Cinema Paradiso.

venerdì 24 agosto 2012

The Avengers


Quando, inaspettatamente, un nuovo nemico minaccia la tranquillità e la sicurezza globale, Nick Fury, il direttore dello S.H.I.E.L.D., l'agenzia internazionale per il mantenimento della pace, si rende conto di aver bisogno di una squadra in grado di salvare il mondo dalla catastrofe in cui rischia di sprofondare. Inizia quindi - in tutto il pianeta - un'audace operazione di reclutamento.

Regia   Joss Whedon
Principali interpreti: Robert Downey Jr,  Chris Evans,  Chris Hemsworth,  Mark Ruffalo,  Jeremy Renner, Scarlett Johansson,  Tom Hiddleston, Samuel L. Jackson,

giovedì 23 agosto 2012

Benvenuti al Nord


Sono passati circa due anni e Alberto e Mattia, sono in crisi con le rispettive mogli. Silvia detesta Milano a causa delle polveri sottili e dell'ozono troposferico e accusa Alberto di pensare solo al lavoro e poco a lei. Così, per risvegliare l'amore, prende una seconda casa in montagna dove trascorrere romantici weekend. Peccato che Alberto abbia accettato di guidare un progetto pilota delle Poste che lo impegnerà per un anno, sabati compresi. Intanto Mattia, il solito irresponsabile, vive con la moglie Maria e il figlio a casa della madre, lavora poco e proprio non riesce a pronunciare la parola "mutuo". Per questo Maria lo lascia, costringendolo a mille sceneggiate per riconquistarla. Fallito ogni tentativo, Mattia suo malgrado finirà a lavorare a Milano, incastrato dall'ingenuità dei suoi amici che lo affidano alle cure di Alberto. L'impatto del napoletano con la città sarà terribile: partito con un giubbotto fendinebbia il povero Mattia finirà col rovinare la sua vita e quella dell'amico Alberto. Ma, piano piano, i pregiudizi inizieranno a sciogliersi.
 

Regia   Luca Miniero
Principali interpreti: Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Valentina Lodovini, Nando Paone, Giacomo Rizzo

A casa dopo l'uragano

mercoledì 22 agosto 2012

Chris Marker o Del film-saggio di Ivelise Perniola (Edizioni Lindau)


Chris Marker è l’esponente di punta di un cinema estraneo a ogni moda e a ogni compromesso commerciale. Dall’esordio sul finire degli anni ’50 sino ai giorni nostri, ha sviluppato un linguaggio cinematografico in continuo rinnovamento, dal cine-romanzo a immagini fisse di La jetée, al pamphlet di contro-informazione politica (Loin du Vietnam e Le fond de l’air est rouge), alla tecnologia digitale con il cd-rom Immemory. Nel tempo ha poi affinato l’arte del film-saggio: affascinante incrocio di riflessione filosofica, immagine documentaria, found footage, tecnologia digitale e materiale d’archivio. Il suo immaginario è formato da una memoria iperattiva alla continua ricerca di referenti simbolici e di assonanze spirituali, come quelle stabilite nel corso degli anni con Andrej Tarkovskij e Akira Kurosawa. Grande viaggiatore, o, per usare un termine a lui caro, instancabile globe-trotter, con i suoi film dedicati all’Africa, al Giappone, alla Siberia, ha offerto uno straordinario contributo di conoscenza. Si può insomma ragionevolmente affermare che Chris Marker è un autore la cui scoperta è in grado di modificare la chiave di lettura del cinema prodotto negli ultimi cinquant’anni.

Ivelise Perniola insegna Storia e critica del cinema e Cinematografia documentaria presso l’Università Roma Tre. Ha curato il volume Cinema e letteratura: percorsi di confine (Marsilio, 2002). Ha pubblicato Oltre il neorealismo. Documentari d’autore e realtà italiana del dopoguerra (Bulzoni, 2004), L’immagine spezzata. Il cinema di Claude Lanzmann (Kaplan, 2007) e vari saggi dedicati al cinema di nonfiction.

lunedì 20 agosto 2012

LOL - Pazza del mio migliore amico




Con: Miley Cyrus, Demi Moore, Ashley Greene. E' tornato Il Tempo delle Mele. Lola è una figlia scapestrata e ribelle che non vede l'ora di crescere. Anne è una madre single che vorrebbe ritrovare l'entusiasmo della sua adolescenza. La prima cotta dell'una e la riscoperta di se stessa dell'altra porteranno ad uno scontro generazionale che, forse, potrà risolversi solo con un sorriso :-) L'idolo dei teenager, Miley Cyrus (Hanna Montana) e Demi Moore, indimenticabile protagonista di Ghost, per un'uscita italiana in anteprima mondiale.

venerdì 17 agosto 2012

Vivement Truffaut! Cinema, libri, donne, amici, bambini A cura di Ugo Casiraghi e L. Pellizzari (Edizioni Lindau)


Con una premessa di Walter Veltroni. Nato in occasione della pubblicazione in videocassetta, a metà degli anni ’90, dell’opera omnia del regista francese, questo libro è un atto d’amore. Attraverso l’analisi dei ventitré film che François Truffaut ci ha lasciato (contrappuntata dalle recensioni d’epoca dello stesso Casiraghi), e ripercorrendo l’intreccio tra cinema e vita, nasce un ritratto «morale» tracciato con estrema sensibilità, unico per approccio nella pur sterminata bibliografia truffautiana, con una forte capacità di affabulazione che rasenta il romanzo, e un’intensa partecipazione ai problemi dell’infanzia, dell’adolescenza, del contratto amoroso. Non sono più o non sono soltanto i film a dettare l’impresa, bensì il percorso artistico e soprattutto umano del loro autore che la morte ha elevato a una dimensione superiore, lontana da ogni querelle. In questo che si configura come un vero e proprio testo base, rivolto a un pubblico non solo di cinefili, non solo di acculturati, non solo di lettori del suo giornale di riferimento, Casiraghi mostra una volta di più la sua indomita voglia di raccontare e di raccontarsi, di vedere e di far vedere, di riflettere sul suo e sul nostro tempo.

Ugo Casiraghi (Milano 1921 - Gorizia 2006) è stato critico cinematografico del quotidiano «l’Unità» dal 1947 al 1977 e collaboratore della rivista croata in lingua italiana «Panorama» dal 1979 al 1999. Il suo primo libro è Umanità di Stroheim ed altri saggi (Poligono, 1945); gli ultimi, postumi e a cura di Lorenzo Pellizzari, sono Alfabetiere del cinema (Falsopiano, 2006) e Naziskino, ebrei ed altri erranti (Lindau, 2010).

giovedì 16 agosto 2012

CORSI DI RECITAZIONE 2012-13 A ROMA A PARTIRE DA SETTEMBRE


Partono i laboratori teatrali promossi dall'Associazione Culturale Theatrica. L' Associazione Culturale Theatrica e la sua Compagnia teatrale nascono a Roma il 28-12-2006 su iniziativa di Ernesto De Stefano, Francesca Frascà, Pierluigi Freddi, Emanuele Pierozzi e Daniel Plat. Nel 2009 ne entra a far parte anche Serena De Simone. I fondatori del gruppo si riuniscono quando hanno già alle spalle diverse produzioni teatrali, avendo lavorato, tra gli altri, con Cesar Corrales, Hal Hamanoucy, Kathy Marchand, Massimiliano Caprara, Matteo Tarasco, Laura Jacobbi, Gennadi Bogdanov. Ognuno mette al servizio della Compagnia le più varie esperienze, derivanti dal teatro classico, dal teatro gestuale, da quello di strada e da esperienze registiche. Il gruppo si avvale di questa molteplicità di esplorazione per arrivare a creare una propria, originale, lettura delle opere con cui di volta in volta si confronta. Si cimenta volentieri nella scrittura di testi inediti o nella riduzione a testi teatrali tratti da romanzi.  Dal 2009 Theatrica gestisce il laboratorio teatrale Dimensione Teatro, le lezioni di recitazione, dizione e movimento sono tenute da Serena De Simone, Francesca Frascà e Daniel Plat.  Nel 2008 gestisce la direzione artistica del Piccolo Flaiano, organizzando anche rassegne e corti teatrali.  Nel 2009 cura THE SUMMER INN, rassegna musicale jazz, presso il Morgana Music Inn.  Tra gli spettacoli allestiti in questi anni, GLI STRANI AFFARI DEL SIG.MOLAREK-POLACCHI, viene premiato come terzo classificato al Concorso per testi inediti, indetto dalla Siae nel 2008.  A partire dal mese di settembre di quest’anno, Dimensione Teatro promuove ed organizza corsi pomeridiani e laboratori serali per lavoratori. Tra le materie fondamentali troviamo recitazione, espressione corporea e dizione. Le materie ed i seminari sono tenuti da professionisti del settore artistico e performativo. Le lezioni di prova saranno gratuite e si svolgeranno presso il Teatro Antigone in Via Amerigo Vespucci, 42 (zona Testaccio). Al termine dei corsi verranno presentate le prime performances. Le iscrizioni sono aperte a tutti, durante tutto l’anno. I costi sono contenuti e prevedono solo quote mensili senza obblighi o contratti.

CORSI POMERIDIANI . LABORATORI SERALI PER LAVORATORI
INFO: Per approfondimenti sugli orari e i giorni delle lezioni di Dimensione Teatro, si prega di contattare i seguenti numeri di telefono: 339.8448828 oppure 346.7672791.
theatrica2007.blogspot.com

lunedì 13 agosto 2012

I Mercenari 2 (The Expendables 2)

 


Sito ufficiale: http://www.imercenari2-ilfilm.it
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/imercenari2
Twitter: https://twitter.com/#!/iMercenari2

Il trailer italiano ufficiale de I Mercenari 2 (The Expendables 2), dal 17 agosto al cinema. Con Sylvester Stallone, Bruce Willis, Arnold Schwarzenegger, Dolph Lundgren, Chuck Norris, Jean-Claude Van Damme e Jason Statham




Gli Expendables sono tornati, e questa volta la loro missione è molto personale. Dopo che Tool (Mickey Rourke), cuore e anima del gruppo di mercenari, è stato brutalmente ucciso in missione, i suoi compagni hanno giurato di vendicarlo. Ma non sono gli unici. Anche Fiona, la giovane e ribelle figlia di Tool, ha deciso di imbarcarsi in una missione personale per vendicare la morte del padre. Le cose si complicano quando la giovane ragazza viene catturata e tenuta in ostaggio da un feroce dittatore.

Genere: Azione
Cast: Sylvester Stallone, Bruce Willis, Arnold Schwarzenegger, Dolph Lundgren, Chuck Norris, Jean-Claude Van Damme, Jason Statham
Regia di: Simon West



domenica 12 agosto 2012

Prospettive aliene. Carlo Rambaldi e la fantascienza di Argenti Roberta (ass. Culturale Il Foglio – collana Cinema)


Nel contesto del cinema e delle sue potenzialità espressive, Rambaldi ci ripropone una visione meravigliosa e meravigliata del mondo, attraverso creature che di quello stupore sono la concretizzazione. Ciò che ci viene presentato è l'ignoto, una diversa possibilità d'esistenza, là dove non eravamo in grado di concepirne altre. In questi alieni è condensato il mistero della loro vita e della nostra: nell'incontro degli sguardi avviene il miracolo della rivelazione di orizzonti differenti, il balenare di altri mondi possibili. L'apparizione di una tale diversità ci induce a riconsiderare le cose e a non pensarle più nell'ordine del già conosciuto; l'attimo di questa illuminazione non può essere dimenticato e la dimensione magica dell'esistenza ci è così riconsegnata.

sabato 11 agosto 2012

Morto Carlo Rambaldi padre di ET e King Kong - L'omaggio e il ricordo di Rai.tv

 

Carlo Rambaldi, tre volte Premio Oscar per gli effetti speciali di King Kong, Alien e Et. Rambaldi, che aveva 86 anni ed era nato il 15 settembre 1925 a Vigarano Mainarda (Ferrara), e' morto a Lamezia Terme (Catanzaro), dove viveva. Tra i numerosi altri film a cui ha collaborato vi sono anche Incontri ravvicinati del terzo tipo (1977) sempre di Spielberg, e Dune (1984), di David Lynch.

giovedì 9 agosto 2012

Al cinema con Mussolini. Film e regime 1929-1939 di Marco Salotti (Le Mani-Microart'S)


Durante gli anni Trenta andare al cinema con Mussolini è una scelta di italianità. Non importa se è un film militante alla Blasetti o una commedia alla Camerini, se si canta Giovinezza Giovinezza o Parlami d'amore Mariù, se i protagonisti indossano la camicia nera quella bianca dello smoking: tutti, credenti e agnostici, fascisti e non fascisti, collaborano a creare l'immagine di una nuova Italia che si sta trasformando in società di massa. L'ottimismo nel presente e la speranza nel futuro animano sia l'eroe aviatorio che il fattorino dei grandi magazzini, sia il combattente etico che il giovane scanzonato. Alla fine degli anni Venti il Fascismo è fatto, ora bisogna fare l'Italia fascista: il cinema, assieme ad altri media, partecipa alla elaborazione di un immaginario che deve essere attuale e insieme ispirato al genio italico. L'impegno del regime, durante gli anni Trenta, è quello di far coincidere l'identità italiana con l'identità fascista, "moderna" e "rivoluzionaria". I film nazionali si collocano sull'ambiguo confine tra queste due identità, tra propaganda esplicita e apparente disimpegno, tra collaborazionismo e fiancheggiamento, tra organicità e presa di distanza tattica. Ma sullo schermo del regime tutto si tiene strategicamente, in una iconografìa di celluloide che coinvolge Scipione l'Africano e De Sica, Garibaldi e Amedeo Nazzari, Casta Diva e Mille lire al mese, Ettore Fieramosca e Macario, l'Impero e Totò.


lunedì 6 agosto 2012

La congiura della pietra nera





La Congiura della Pietra Nera Trailer Ufficiale (2012): Ambientato nella Cina antica, vede l'esperta spadaccina Michelle Yeoh in missione, per riportare le spoglie di un monaco buddista nel luogo del loro riposo eterno. La leggenda vuole che i resti del santo monaco abbiano un potere segreto. Lungo la strada, la protagonista si innamora di Jiang, il cui padre fu ucciso proprio dalla setta di cui la ragazza fa parte. Tra i due nasce l'amore, sebbene la ragazza non sappia che Jiang è anch'egli un esperto di arti marziali. Presto però nascono tensioni tra i due... Uscita Cinema: 03/08/2012

Cast: Michelle Yeoh, Jung Woo-sung, Barbie Hsu, Kelly Lin, Wang Xueqi, Shawn Yue

Director: John Woo, Su Chao-Bin

venerdì 3 agosto 2012

Parlare di cinema. Schede tecniche e percorsi interpretativi dei migliori film dell'anno di Lavagnini Andrea e Zito Giuseppe (San Paolo Edizioni)


"Parlare di cinema" intende fornire, grazie all'esperienza di un anno di cineforum, uno strumento a quegli operatori culturali, insegnanti ed educatori che decidono di utilizzare il cinema in contesti didattici ed educativi. Si tratta, dunque, di un vademecum per creare percorsi cinematografici tematici e interattivi, finalizzato all'interazione tra spettatori, alla condivisione e alla formazione, che vede il cinema come luogo privilegiato di un cammino personale e collettivo, dove possa riaffiorare l'esperienza umana di ciascuno. I film presentati sono: "American Life","An Education", "Basilicata coast to coast","La bocca del lupo", "Bright Star", "Chloe", "Il Compleanno", "Il Concerto", "Departures", "Invictus", "London" "River", "Lourdes","Non è ancora domani" (La Pivellina), "La nostra vita", "Ocean Heaven", "La Passione ", "Perdona e dimentica", "Post Mortem"," Potiche", "Precious","La prima cosa bella", "Il profeta", "Le quattro volte", "Il responsabile delle risorse umane ", "Revanche", "Il segreto dei suoi occhi","Soul Kitchen", "Uomini di Dio", "L'uomo che verrà", "Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti."

giovedì 2 agosto 2012

Scrivere per Hollywood. Ben Hecht e la sceneggiatura nel cinema americano classico di Alonge Giaime (Marsilio)


Nel corso della sua multiforme carriera, Ben Hecht (1894-1964) si è misurato con l'arte della parola in ogni forma possibile nel suo tempo. È stato reporter, romanziere, commediografo, polemista, propagandista politico, ghostwriter (niente meno che di Marilyn Monroe), autore radiofonico, oltre che regista e produttore cinematografico indipendente, e conduttore televisivo. Ma se non avesse scritto anche per il cinema, difficilmente si sarebbe ricavato uno spazio negli annali della cultura americana del XX secolo. Tra le sue tante attività, Hecht è stato lo sceneggiatore dell'età dell'oro di Hollywood, affiancando i registi e i produttori più importanti, da Sternberg a Hitchcock, da Hawks a Preminger, da Selznick a Zanuck, per i quali ha firmato una cinquantina di copioni (cui vanno aggiunte almeno altrettante collaborazioni non accreditate), tra cui alcuni capolavori assoluti, quali Scarface (1932) e Notorious (1946). Usando l'opera di Hecht come caso esemplare, questo libro analizza, più in generale, i diversi aspetti del mestiere dello sceneggiatore nel quadro della Hollywood classica: la posizione all'interno dell'organizzazione produttiva, le modalità di lavoro, la concezione del cinema e del proprio ruolo, il rapporto con la politica, le forme della scrittura e il problema della possibilità di sviluppare uno stile personale, riconoscibile come tale, in un'industria che per sua natura tendeva all'omologazione.


mercoledì 1 agosto 2012

TARANTAPATIA DI PIERFRANCESCO PACODA. DA OGGI IN LIBRERIA






Clip promo del volume Tarantapatia, le lunghe notti della taranta di Pierfrancesco Pacoda
(Kurumuny/Affari Italiani editore 2012).