sabato 30 giugno 2012

MATERNITY BLUES

martedì 26 giugno 2012

MARLEY – solo oggi 26 giugno 2012




 Unico evento 26 giugno 2012. Acquista ora il tuo biglietto collegandoti al sito http://www.luckyred.it/marleyilfilm/Bob Marley. La sua musica e il suo messaggio di amore e redenzione sono conosciuti in tutto il mondo e la sua storia è stata finalmente riportata in vita grazie al lavoro e al talento di Kevin Macdonald. Il fascino universale di Bob Marley, il suo impatto sulla storia della musica e il suo ruolo di profeta politico e sociale restano ineguagliati. La sua musica e il suo messaggio trascendono le barriere culturali, linguistiche e religiose, echeggiando ancora oggi in tutto il mondo, con la stessa forza di quando lui era ancora in vita. Solo pochissimi musicisti hanno avuto un impatto così forte sulla cultura e Bob Marley, nonostante la breve vita, è tra questi.

mercoledì 20 giugno 2012

Toh, quante Donne di Franca Valeri (Edizioni Lindau)


Franca Valeri è una grande attrice. Questo è così piacevolmente chiaro e noto che ripeterlo è quasi una perdita di tempo. Una cosa altrettanto chiara è che la Valeri è anche una grande psicologa. I suoi personaggi non avrebbero il calore e l’impatto che hanno se lei non li guardasse dentro, fin nelle pieghe più segrete, con il suo sguardo inesorabile e insieme pietoso. Per questo ci divertono tanto. Per questo vale la pena riproporli, per assaporarne con calma le mille sfaccettature, i particolari comicamente rivelatori, i risvolti sorprendenti. Così abbiamo scelto un buon numero di monologhi tra i più cari al pubblico, una serie di esilaranti articoli scritti per alcuni quotidiani e tre atti unici esemplari della sua arte, fino a oggi inediti. Un caleidoscopio di battute e situazioni spiritose, di incontri e ricordi, di tipi ameni e stravaganti che compongono una originalissima antropologia del presente e una galleria di ritratti straordinaria, su tutti la Signorina Snob, la signora Cecioni e la Cesira.
Franca Valeri, in oltre cinquant’anni di professione, ha recitato in teatro, al cinema, alla radio e in televisione, è stata autrice di testi e regista (anche di opere liriche). Nel 2003 Lindau ha ripubblicato «Il Diario della Signorina Snob», con i disegni di Colette Rosselli.

domenica 17 giugno 2012

AL CINEMA - MARILYN






"Una meraviglia" - "Michelle Williams tocca la perfezione" - "Un Cast da Oscar" -  *Candidato a 2 Premi Oscar* *Vincitore del Golden Globe per la migliore attrice protagonista - Michelle Williams*
Dai produttori de "Il Discorso Del Re" e "The Artist", scopri la leggenda dal primo giugno al Cinema. Nel cast Michelle Williams, il candidato all'Oscar Kenneth Branagh, il Premio Oscar Judi Dench, Emma Watson, Eddie Redmayne e Dominic Cooper. All'inizio dell'estate del 1956 la star americana Marilyn Monroe metteva piede sul suolo inglese per la prima volta. In luna di miele con il marito, il famoso drammaturgo Arthur Miller, la Monroe era andata in Inghilterra per girare Il principe e la ballerina, il film che doveva interpretare al fianco di Sir Laurence Olivier, leggenda del teatro e del cinema inglese, e che del film era il regista e il protagonista. Quella stessa estate il ventitreenne Colin Clark era per la prima volta nella sua vita su un set cinematografico. Appena laureato ad Oxford, Clark, che aspirava a diventare un regista, aveva trovato un modesto impiego sul set de Il principe e la ballerina. Quarant'anni dopo Clark ha raccontato la sua esperienza di quei sei mesi di riprese in un'autobiografia in forma di diario dal titolo The prince, the showgirl and me. Ma nel resoconto di Clark manca una settimana. E' stato solo alcuni anni dopo che Clark ne ha rivelato il perché. Nel suo secondo libro, intitolato My Week with Marilyn, racconta infatti la vera storia della magica settimana che aveva trascorso da solo con la più grande star del mondo: Marilyn Monroe. A tratti comico, a tratti commovente, Marilyn è un ritratto intimo della celebre icona hollywoodiana e traccia la storia del breve ma intenso legame che la star stabilì con un ragazzo in grado di capirla meglio di chiunque altro.

venerdì 15 giugno 2012

11-12 Luglio 2012 – Asfalto Teatro presenta: LE BAGATELLE DI MISTER MACBETH. Da Shakespeare a Céline. Lecce, Teatro Paisiello


TEATRO PAISIELLO – Lecce 11 e 12 Luglio 2012 – ore 21.00. Regia: Aldo Autieri.  Aiuto regia: Davide Morgagni. Con: Aldo Augieri, Mariela Cafazzo, Andrea Cariglia, Toto’ Del Popolo, Davide Morgagni, Maria Chiara Provenzano, Manuela Tondo.  Scenografia: Daniele Sciolti e Antonio Cazzato.  Costumista: Fiamma Benvignati. Luci: Musiclub. Rumoristica: Andrea Cariglia. Tecnico del suono: Emanuele Autieri.  Trucco: Bianca Sitzia

Note di regia: L’OPERAZIONE BAGATELLA, VERA E PROPRIA OPERAZIONE CHIRURGICA SUL CORPO CADAVERICO DEL TESTO SHAKESPEARIANO, NASCE DAL DESIDERIO DI VOLER MASSACRARE I FLUSSI MALEFICI E INCANTATORI CHE IMPRIGIONANO IL CORPO SCENICO – CHE LO CONDANNANO ALL’ESECUZIONE E ALLA RAPPRESENTAZIONE SOCIALE DEL SENSO E ALLA SUA VOLONTÀ DI CONSENSO
– CHE COS’È UN CORPO CADAVERICO??
– CHE COS’È UN CORPO ATTRAVERSATO DA UNA CRISI INFINITA??
– E ANCORA COSA C’È DI PIACEVOLE NELL’IMBOCCARE UN VICOLO CIECO??
LA TRASFUSIONE DI SANGUE CÉLINIANO NEL CORPO SHAKESPEARE, È TRASFUSIONE RITMICA, ELETTRICA, CHE SCUOTE E LIBERA L’ATTORIALITÀ DAL SONNAMBULISMO DISPOTICO DEL LINGUAGGIO E DAI SUOI MECCANISMI, DAI SUOI COMPLOTTI, CHE NE AMPLIFICA LE POTENZE PARANOICHE DEL FARNETICO, RENDENDO VISIBILI LE FORZE DEPRESSIVE CHE LO GOVERNANO.

INFO

cell. 338.24.33.222 – 329.97.41.727
asfaltoteatro@libero.it
Prevendite presso:
Museo del Teatro Romano, via degli Ammirati, tel. 0832/279196 (dal lun. al sab., dalle 9.30 alle 13.30)
Shulùq, via Palmieri 37/A, tel. 0832/242284 (tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 17.00 alle 22.00)
Costi biglietti:
Intero 12 €
Ridotto studenti 8 €
Loggione 8 €
(Si informano gli spettatori che il teatro è dotato di impianto di climatizzazione/aria condizionata)

martedì 12 giugno 2012

TOTO’ PROIBITO DI ALBERTO ANILE (LINDAU EDIZIONI)


Appena ottenuto il successo cinematografico, Totò entrò nel mirino della censura. I suoi film furono analizzati e sottoposti segretamente a tagli e modifiche, spesso pesanti. Ad Antonio de Curtis non era permesso irridere i dipendenti pubblici o battibeccare col Padreterno, sfuggire alle guardie, parodiare i celerini o ridere dell’Inferno, e nemmeno scherzare con Peppino sulla Dolce vita di Fellini. «Se a un comico tolgono la possibilità di fare la satira, che gli resta?», si lamentava l’attore ma intanto andava avanti, mentre funzionari e sottosegretari continuavano a «tagliarlo»: mettevano in crisi case di produzione, falcidiavano potenziali incassi e provocavano riunioni e proteste, facendo scoprire all’Italia dell’epoca che anche il cinema popolare di Totò poteva essere considerato sovversivo o diventare lo stendardo di una libertà calpestata. Basato su documenti inediti e confronti filologici, questo libro racconta per la prima volta il lato nascosto del cinema di Totò e riporta alla luce ciò che funzionari e sottosegretari hanno tentato di cancellare per sempre, dalle scene «sconsigliate» prima delle riprese, alle battute eliminate in sala di montaggio. Un Totò segreto, un Totò proibito.

Alberto Anile è giornalista e critico cinematografico, vive a Roma e scrive su «Tv sorrisi e canzoni». Su Totò ha scritto Il cinema di Totò (1930-1946), I film di Totò (1947-1967) e Totò e Peppino, fratelli d’Italia. Con Maria Gabriella Giannice ha scritto La guerra dei vulcani, dedicato al triangolo Magnani-Rossellini-Bergman

domenica 10 giugno 2012

PROJECT X

" Project X " segue le vicende di tre apparentemente anonimi studenti ed il loro tentativo di costruirsi una reputazione. La loro idea è tutto sommato innocente: organizzare una festa indimenticabile... purtroppo però non sono preparati per questo tipo di festa. La voce si sparge in fretta tra sogni spezzati, record abbattuti e leggende che nascono. "Project X" è un avvertimento per i genitori e per la polizia di ogni parte del mondo. Gli eventi raccontati nel film sono di finzione e tutte le acrobazie sono state effettuate dagli attori in un set controllato in piena sicurezza. Nessuno dovrebbe tentare di ripetere o imitare alcuna di queste scene, acrobazie o, in generale, tutte le azioni ritratte nel film.

martedì 5 giugno 2012

GIOCO PERVERSO DI ITALO MOSCATI (LINDAU EDIZIONI)


Questa è una storia che attrae e fa paura. Sembra che i protagonisti siano Osvaldo Valenti e Luisa Ferida, i due attori che furono fucilati dai partigiani in una via di Milano; ma è così solo in parte. Più di altri personaggi, vittime della guerra e della guerra civile che imperversarono in Italia dal 1940 al 1945, i due divi più cari al pubblico del fascismo appartengono a una lacerante vicenda che stenta a chiudersi. La loro fine è stata chiarita, ma non abbastanza; le loro colpe sono state accertate, ma non abbastanza; la decisione di fucilarli è stata motivata, ma non abbastanza. Il dramma continua, alimentato dal senso di colpa di un’Italia che fu fascista in massa e che non sa staccarsi dal passato. La luce su un periodo su cui è stato scritto molto, e di tutto, si fa a volte sfocata, confusa, e comunque sempre cupa, terribile, carica di ambiguità. Come tante vicende italiane, di ieri e di oggi.
In questa storia, l’Autore – già sceneggiatore del film Il portiere di notte – sviluppa una narrazione dal ritmo cinematografico in cui il successo e la tragica fine dei divi famosi e amati, poi derisi e condannati a morte, possono apparire persino ingredienti da romanzo e invece sono o continuano a essere carne viva, polpa, sangue di un intreccio che non si placa: Osvaldo da celebre protagonista in ruoli brillanti, ma anche epici, a torturatore; Luisa da bella ragazza dai lineamenti ingenui a complice di Osvaldo, ad ancella degli aguzzini.
ITALO MOSCATI, sceneggiatore, regista e scrittore, insegna Storia dei media all’Università di Teramo. Tra i suoi ultimi volumi, ricordiamo I piccoli Mozart e Sophia Loren. La storia dell’ultima diva, editi da Lindau; e Anna Magnani, Vittorio De Sica, Pasolini passione, editi da Eri-Ediesse.

sabato 2 giugno 2012

Marilyn Monroe. Vita, carriera, amori e film di Enrico Giacovelli (Lindau Edizioni)


“Mia cara Marilyn, (non mi importa dei tuoi mille nomi, uso qui il primo con cui ti ho conosciuta: Marilyn), non so se riceverai mai questa lettera, e non è soltanto per via dei soliti ritardi postali. C’è qualcosa di più: mi manca l’indirizzo, e non c’è studioso, mago o presidente al mondo che potrebbe procurarmelo. Lo so che tu adesso sei dappertutto, sulle scatole di fiammiferi, sulle valigette, sui boccali da birra, sulle canottiere, sui francobolli; ma non so se sei ancora da qualche parte, se hai una qualche tua idea delle cose, se sai finalmente qualcosa di definitivo o se brancoli ancora nel buio come tutti noi. C’è stato un tempo in cui il tuo indirizzo era sulle agende dei potenti più potenti del mondo; ma anche chi non era potente, e quasi nessuno lo era, sapeva dove indirizzarti i suoi pensieri: Marilyn Monroe, Hollywood, California. Tutti i postini del mondo sanno dov’è la capitale del regno dei sogni. Qualunque fosse il tuo indirizzo preciso, non importava, e del resto ne hai cambiati tanti: così tanti che nemmeno tu li sapresti e li vorresti ricordare tutti. Hai avuto tante case, tante madri, tanti uomini, e anche per questo non hai mai avuto una casa, una mamma, un uomo. Hai dormito in così tanti letti che hai finito per dormire quasi sempre da sola. Povera bionda: milioni di uomini al mondo avrebbero dato tutti i loro sogni per passare una notte con te…

Enrico Giacovelli è nato nel 1958 a Torino, dove si è laureato in Storia e critica del cinema. Per Lindau ha scritto numerosi libri, tra cui Un secolo di cinema italiano 1900-1999 (in due volumi), Tutti i film di Federico Fellini e Breve storia del cinema comico in Italia. Nel 2007 ha pubblicato, presso la casa editrice Morellini, Chick film (in collaborazione con Ponchia Viviana).