venerdì 25 maggio 2012

Restituzione prospettica di Claudia Esposito (Titivillus)


Nello spazio scenico, teatrale, televisivo e cinematografico, la percezione di un’immagine in prospettiva e di un’illusione ottica deve corrispondere alla realtà metrica e geometrica. La percezione della profondità è formata da indizi che permettono di capire e valutare lo spazio tridimensionale. La loro conoscenza e il loro studio consentono di conoscere le regole che costituiscono la base della rappresentazione prospettica. Lo scopo della pubblicazione di Claudia Esposito è quello di far apprendere agli studenti delle scuole di scenografia e agli interessati di teatro le norme e la pratica del lavoro della restituzione prospettica. (Antonio Giarrizzo, Docente di Scenotecnica presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino)

Nessun commento:

Posta un commento