martedì 8 maggio 2012

L’Attore Civile. Una riflessione fra teatro e storia attraverso un secolo di eventi all’Accademia dei Filodrammatici di Milano di Paola Bigatto e Renata M. Molinari (Titivillus)


A teatro! Una decina di appuntamenti per attori e spettatori in un ideale cartellone a Milano, all’Accademia dei Filodrammatici. Napoleone di fronte alle tragedie della libertà di Vittorio Alfieri; giovani patrioti fra barricate e testi d’evasione; serate di beneficenza per comperare fucili e soccorrere orfani; l’Eroe dei Due Mondi e le vocazioni teatrali che si svelano sui campi di battaglia; Dante esule e la sua Commedia nelle peregrinazioni dell’attore risorgimentale; conversazioni sulla natura dell’atto teatrale e sulla pratica dell’illusione; Eleonora Duse e il suo “oscuro comandamento” fra il passato e il futuro; cure per l’arte in un mondo che si trasforma, mentre sulle scene la magia teatrale accoglie le meraviglie tremolanti del nascente cinematografo. Grandi attori, giovani allievi, istruttori teatrali e dilettanti d’arte: la gloriosa razza dei comici italiani. Al centro una nuova figura di attore civile: un attore che attraverso la propria esperienza di arte e di vita si confronta in maniera solida e consapevole con il reale e assume pienamente la responsabilità del dire, facendosi di fatto nucleo di un processo pedagogico in cui attore e spettatore si sostengono a vicenda nell’“imparare a essere ciò che siamo”.

Nessun commento:

Posta un commento