giovedì 3 novembre 2011

TORINO TEATRO OPERETTA






















L’Associazione “Torino Teatro” nasce nel 1979 in seno al “Teatro Club” su iniziativa di alcuni studenti ed insegnanti e, dalla data della sua costituzione, è attiva sul territorio nazionale. Il repertorio è, generalmente, volto al teatro classico e brillante, con qualche “puntata” nel teatro ragazzi. Le radicate origini professionistiche in alcuni elementi, la scelta dei testi e la assoluta aderenza ai medesimi, il rigore in scene e costumi, e la selezione degli attori, fanno sì che “Torino Teatro” sia una delle compagnie “stabili” più attive e spesso ha rappresentato sia il Piemonte che l’ Italia in diverse rassegne e festivals. Nel 1997 lo scioglimento della compagnia d’operette “I Nuovi” ha fatto sì che alcuni degli elementi della stessa siano confluiti in Torino Teatro che, dal 1997, è divenuta così “Torino Teatro Operetta”. La compagnia si distingue anche per le sue capacità organizzative: nel corso degli anni numerosi sono stati gi eventi e le manifestazioni che ha organizzato e gestito, tra le quali le rassegne al Parco del Valentino ed al Parco Rignon, l’esperimento del Cafè Chantant al Parco Michelotti, l’organizzazione de “La Marchesa invita Torino” alla Pellerina, i primi esperimenti di “Estate in 7a”, oltre ai cartelloni a suo tempo organizzati a Pianezza, Rivoli, Lanzo, Ciriè, Volvera, Caluso, Moncalieri, Nichelino e, tutt’ora in corso, l’organizzazione dal 1998 - in collaborazione con l’ Associazione Commercianti di via Roma a Torino - di “Un gazebo nei giardini Sambuy”. Nel 2001 in seno alla compagnia prende vita la sezione “Il tempo abitato” che si dedica alle ricerche e alle rappresentazioni di carattere storico-rievocativo e da allora – in stretta collaborazione con il FAI, effettua le visite teatrali nelle varie proprietà (Masino, Manta, Grumello, Villa Bozzolo, Torba). Dalla stagione 2007/08 è iniziata la collaborazione con la “Nuova Compagnia d’Opera” con l’allestimento e la rappresentazione di diverse operette. Nel 2005 inizia la collaborazione con il giallista torinese Angelo Santoro per la realizzazione delle “cene in giallo”, con base fissa al ristorante Casa Casellae di Chieri.


Nessun commento:

Posta un commento