domenica 23 ottobre 2011

MATTEO GAZZOLO. L’ARTE DELLA PAROLA – LA MAGIA DEL TEATRO a cura di Alessia e Michela Orlando
















L’IMPORTANZA DELLA RADIO - UNA INTERVISTA-LECTIO MAGISTRALIS. Frammento I°. Non è dato sapere come mai Isidoro di Siviglia nel momento in cui spirò, fosse già santo per tutti. Di certo lo diventerebbe per chi prendesse in mano e posasse lo sguardo a pagina 631 del suo Etimologie e origini – 2 (UTET). Leggerebbe testualmente: “II. DELLE VIVANDE. [I] Il cibo è stato così chiamato in quanto capitur ore, ossia si prende con la bocca, così come l’esca in quanto os capit eam, ossia la prende la bocca. Il vitto, invece, propriamente, ha preso nome dal fatto di mantenere in vita, donde anche il verbo in-vitare, nel senso di convocare qualcuno a pranzo o a cena. [I] L’animonium, ossia il nutrimento, è così chiamato perché, grazie ad esso, il corpo alitur, ossia, appunto, si nutre. I giovani ne hanno bisogno per crescere, gli anziani per conservare la propria condizione fisica: la carne umana, infatti, non potrebbe sopravvivere se non ricevesse dagli alimenti la forza necessaria. L’alimento è, quindi, ciò da cui alimur, ossia siamo nutriti, mentre l’alimonium, ossia , come detto, il nutrimento, è la cura che poniamo nella nutrizione.” Ciò che Isidoro insegna non è banale e vale anche per la mente come per gli strati profondi del proprio essere, affermandosi ciò di tutta evidenza, senza neppure dover scomodare la scienza medica che ha documentato il rapporto psiche - soma. La mente ha bisogno di abbeverarsi alla Cultura, all’Arte, alla Bellezza. È necessario individuare i Maestri che sanno svelarcele.
Frammento II°. Edoardo De Filippo disse ai napoletani: fuit’ venne. Non è dato sapere cosa direbbe agli italiani, oggi. Si può immaginare che non si nasconderebbe e che si assumerebbe l’onere di dire cosa similare. Frammento III°. Leggiamo dal curriculum di Matteo Gazzolo, rinvenuto nel web (Curriculum) : “… attore, narratore e interprete di poesia, insegnante di teatro. Figlio d’arte, proviene da una antica famiglia di attori italiani.


Nessun commento:

Posta un commento